BELLEZZA NATURA
BENVENUTI NEL MIO NUOVO FORUM
BELLEZZA NATURA

FORUM DI VARI TEMI INTERESSANTI
 
IndiceFAQRegistratiAccedi

Nuovo Argomento   Rispondi all'argomento
Condividere | 
 

 I MONASTERI, UN PO`DI STORIA SULLE ERBE

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Admin
Admin
avatar


MessaggioTitolo: I MONASTERI, UN PO`DI STORIA SULLE ERBE   6/17/2013, 16:52

LE PIANTE, SORGENTE DI VITA...
Da quando l’uomo è sulla terra, egli usa le erbe che crescono attorno a lui per nutrirsi e curarsi. È tempo di riscoprire questi vegetali da troppo tempo dimenticati, le cui molteplici virtù si possono mettere a profitto nella nostra vita quotidiana.


Quando 10 000 anni fa i fogli del ghiaccio si sono sciolti e del livello del mare si alzò, vaste aree scomparvero sotto l'acqua. L'uomo poi si è trovato confrontato con il primo disastro ambientale. Per sopravvivere, fu costretto a cambiare il suo stile di vita precedente. I cacciatori-raccoglitori divennero pastori e contadini locali. Questa attività lo ha assicurato la sua vera esistenza, ma anche portato un nuovo modo di vita pericoli di malattie infettive. Bovini, equini, pollame, suini e altri animali domestici ospitato numerosi patogeni che vengono trasferiti dalla vicinanza all'uomo su di lui. Da feci animali acqua contaminata è stata la fonte di infezione per il colera e tifo. Il sedentario attratto insetti, che hanno partecipato alla trasmissione di malattie. Le risposte a queste minacce sono state probabilmente l'inizio di terapie mirate, che consisteva di rituali e l'uso di erbe. Il primo record di terapie applicate e pratiche mediche sono della prima Età del bronzo, intorno al 4000 aC In quel periodo si è verificato sulle sponde dei grandi fiumi Tigri, Eufrate e il Nilo, le prime civiltà. Sulle rive dell'Eufrate, i Sumeri stabilirono il loro regno. A monte sono stati Babilonia e Assiria, sulle rive del Tigri con centro Ninive la sua. I regni lasciato sotto forma di tavolette cuneiformi certificati di conoscenze mediche. Il re babilonese Mardukapalidina (772-710 aC LET) nel suo giardino,aveva varie varietà di spezie e le erbe per scopi medicinali. In particolare, aglio, cipolla, finocchio, cumino, papavero e mirra.

Non so`se lo sapete .....la storia delle erbe officinalis, risale anche tra i monasteri nel mondo...i frati, i monaci, le monache, e i Sanfranciscani....coltivavano le erbe nei giardini dei MONASTERI...per uso della salute e in cucina...ancora oggi questa usanza é largamente usate dai vari monasteri sia Suore che in monaci coltivano le erbe per le ricette salutari, inoltre danno seminari, e corsi a chiunque e insegnano alla gente l`uso delle erbe officinalis per le ricette salutari.....loro stessi fanno largo uso e creano pomate per la pelle, creme per la pelle, tinture, olii eterici, Thé sfusi,liquori per la salute, sciroppi per la tosse, Gel per i bruciori dal sole e scottatture varie, ecc. ecc...queste cose che producono loro stessi li vendono al publico.....
Giorni fà hanno fatto vedere in Tv James Oliver in Sicilia in un monastero della Sicilia ( ho dimenticato il nome del monastero ) sono rimasta cosi nel vedere cosa ho visto... James Oliver che INSEGNA AI MONACI come AVERE UN GIARDINO ALLE ERBE OFFICINALIS, e quali uso sono sia per le ricette salutari e sia in cucina...inoltre insegna ai monaci come CUCINARE insomma sono rimasta cosi ....normalmente sia i monaci e sia le suore SANNO CUCINARE, e HANNO UN BELLISSIMO GIARDINO ALLE ERBE DIETRO IL MONASTERO...in cui viene visitato dalla gente ( almeno qui in Svizzera é cosi, ma anche in Germania, austria, ......)per me era una vergogna vedere che i monaci imparano come cucinare e come fare un bel giardino alle erbe officinali da un giovane cuoco....cose che dovrebbero saperle già da generazioni e generazioni, come i monaci e le suore che stanno qui....loro i monaci della Sicilia si cibavano di scatole e cibo fatto alla svelta per niente SALUTARE.....insommma tutto al contrario di qui... che si cibano sani e BIO con la raccolta delle proprie verdure dal loro orto, e le erbe officinali dal loro giardino....
Anni fà comprai questo libbro scritto da un monico e 2 dottori che poi sono pure loro monaci...vi presento alcune pagine di questo interessantissimo libbro, tutto pieno pieno zeppo di RICETTE SALUTARI a base delle erbe officinalis....insegna pure come fare i bagni seduti, o ai piedi, come avvolgere dalle garze una gamba ferita, ecc. ecc..ma guardate voi stesse quanto sono bravi questi monaci e le suore....da loro impariamo tantissime cose interessanti la cultura delle erbe, una cultura tramandata da generazioni e generazioni, che sempre consultano i libbri vecchissimi del medioevo, scritti da altri monaci, e persone streghe delle erbe che sono nelle libbrerie dei conventi gelosamente custoditi
DAVANTI COME é IL LIBBRO

E DI DIETRO COME é....in alto ce la foto del monaco che ha scritto questo libbrone di ricette salutari per OGNI COSA!!!
VEDETE QUANTO é GROSSO??? A VOGLIA QUANTE RICETTE SALUTARI CI SONO LI DENTRO!!!
I NOMI DI QUELLI CHE HANNO SCRITTO QUESTO LIBBRO...


IL MONACO CHE HA SCRITTO QUESTO LIBBRO e dopo la raccolta delle sue erbe....
QUI PESA LE ERBE SECCHE per una ricetta salutare per un cliente....

_________________


Ultima modifica di Admin il 10/24/2013, 12:20, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
http://anna-939.forumieren.org
Admin
Admin
avatar


MessaggioTitolo: Re: I MONASTERI, UN PO`DI STORIA SULLE ERBE   6/17/2013, 16:53

ecco altre foto pur il libbro non abbia tante foto come gli altri libbri sulle erbe che ho, é lo stesso molto molto interessante perché é PIENISSIMO DI RICETTE DELLA SALUTE FATTE CON LE ERBE....

Una pianta offre molto di più che singoli eccipienti

Per un trattamento tradizionale con le erbe mediche non utilizziamo solo i singoli eccipienti o principi attivi, ma le pecularietà della pianta completa oppure singole parti della stessa, come le foglie, i fiori, frutti, semi e le radici. Particolarmente preziosi sono i coloranti delle piante, che spesso non vengono neppure tenuti in considerazione. Il rosso carico del pomodoro, il brillante arancione della carota, dell' albicocca e dei petali della calendola, il delicato verde delle coste e del crescione, il giallo dei fiori di tarassaco, il blu dei fiori di borragine – tutti questi colori indicano che la pianta é ricca di antiossidanti. Nel momento in cui consumiamo il vegetale o lo utilizziamo per la cura della pelle, questi antiossidanti proteggono le nostre cellule dall'aggressione dei radicali liberi, i quali danneggiano le nostre cellule facendole invecchiare precocemente. Oppure consideriamo le fibre dietetiche di una pianta, che generalmente non sono evidenziate, ma che sono di grande importanza. Esse determinano, per esempio, il tempo in cui l'organismo impiega ad assorbire un principio attivo. La conoscenza delle erbe medicinali rappresenta per me una sapienza antica, tramandata nel corso dei secoli e si riferisce alla cura efficace con l'impiego delle erbe mediche e che trova riscontro nelle sempre nuove scoperte scientifiche nell'ambito della ricerca.

E QUI UNA BELLISSIMA STANZA ANTICHISSIMA PIENA DI BARATTOLI PIENI DI ERBE VARIE SECCHE, in cui mischiano i miscugli di erbe secche le pesano e le danno al cliente per la cura da fare.....ogni tanto consultano VECCHISSIMI LIBBRI SULLE ERBE per una cosa o per una altra....
LIBBRI ANTICHISSIMI SULLE ERBE, UN PATRIMONIO SALUTARE TUTTO DA SCOPRIRE A NUOVO
BELLISSIMI, una ESPEDIZIONE TRAVOLGENTE DEL PASSATO......







_________________
Tornare in alto Andare in basso
http://anna-939.forumieren.org
Admin
Admin
avatar


MessaggioTitolo: Re: I MONASTERI, UN PO`DI STORIA SULLE ERBE   6/17/2013, 16:53

altre foto....
nella foto si vede il monastero e un po del giardino...




IL MONASTERO DELLE SUORE...anche loro con un bel giardino alle erbe....
CHE BELLOOOOOOOOOOOOOOOOO

_________________
Tornare in alto Andare in basso
http://anna-939.forumieren.org
Admin
Admin
avatar


MessaggioTitolo: Re: I MONASTERI, UN PO`DI STORIA SULLE ERBE   6/17/2013, 16:54

Tante tante ricette salutari....




CONSIGLI PER UNA BUONA CUCINA SALUTARE....
IL RITMO SALUTARE DELLA VITA....
CONSIGLI E RICETTE SALUTARI CON LE FOGLIE DI VERZA...per i problemi delle articolazioni...o come si scrive...
impacchi caldi come fare....


_________________
Tornare in alto Andare in basso
http://anna-939.forumieren.org
Admin
Admin
avatar


MessaggioTitolo: Re: I MONASTERI, UN PO`DI STORIA SULLE ERBE   6/17/2013, 16:54

allora cosa ne pensate del mio libbro??? INTERESSANTE VERO??? LO DOVRESTE LEGGERE E VEDRESTE VOI STESSE QUANTO é INTERESSANTE E UTILE!!!








COME FARE UN LATTE IDRADANTE....
COME FARE UNA CREMA PER LA PELLE....
COME FARE LE TINTURE...con foglie, fiori, frutti, o radici....
COME FARE I THé.....

_________________
Tornare in alto Andare in basso
http://anna-939.forumieren.org
Admin
Admin
avatar


MessaggioTitolo: ECCO ALTRI LIBRI SULLE RICETTE SALUTARI   6/17/2013, 16:55

ALTRI LIBBRI SULLE RICETTE SALUTARI... HO PIENI ZEPPI DI RICETTE SALUTARI ALLE ERBE SELVATICHE!!!
LA FARMACIA DOLCE E DELICATA FATTA IN CASA
I SANTI COSMO E DAMIANI anche loro si interessavano di erbe officinali e curavano la gente con le erbe ai loro tempi....
IL LIBBRO SULLE ERBE MOLTO ANTICO...
LIBBRI ANTICHI IN LATINO OVVIAMENTE
poi mettero altre foto....

_________________
Tornare in alto Andare in basso
http://anna-939.forumieren.org
Admin
Admin
avatar


MessaggioTitolo: Re: I MONASTERI, UN PO`DI STORIA SULLE ERBE   6/17/2013, 16:56

8 Ago 2010 - 20:19

Sempre più persone ci sono oggi che usano sempre più farmaci dalla natura. L'idea alla base è semplice. Viviamo in un mondo in cui siamo confrontati ogni giorno con prodotti chimici, le cosiddette tossine ambientali. Di conseguenza, sempre meno persone vogliono che i loro corpi non vengono usati dalla "chimica". Specialmente quando si tratta di malattie che possono migliorare con facilità con la natura.

..HIPOCRATE
Il mito di Ippocrate

hippokrates. A proposito di rimedi e il loro uso in Egitto, i papiri forniscano molte informazioni. I più preziosi sono quelli che nel 19 ° Secolo dal egittologo George Ebers ed Edwin Smith sono stati scoperti. Il papiro, "Smith" viene dalla prima metà del 17 ° Secolo aC Si tratta di ossa rotte, ferite, ascessi e le loro cure mediche. Nei 20 metri di papiro Ebers "del 16 ° Secolo aC sono descritti e suggerimenti per il trattamento di malattie. Gli
Egiziani conoscevano i benefici delle erbe come il cumino e aneto (per spasmi degli organi digestivi), o il coriandolo per avere l`appetito. Sono stati raccolti e trattati anche foglie e petali, frutti, radici, legno, oli e resine. In medicina greca a partire dal momento dei primi testi scritti, nel 5 ° Secolo aC, è poco conosciuto. Il medico spesso citato Ippocrate (460-377 aC), conosciuto come il padre della medicina è quello di conoscere in realtà una forma circondato da leggende, che gli studiosi di oggi quasi nulla hanno concratato. E 'dubbio che lo stesso Ippocrate scrisse mai nulla. L'autore del primo libro serio del Consiglio europeo di Dioscoride medico Pedianos (circa 40-90 dC) era. Sotto
il titolo "De materia medica", egli descrive circa 600 piante, tra cui molte erbe medicinali, e completa il testo con illustrazioni a colori a piena pagina. Il Scriptum in cinque volumi applicato a 17 Secolo come un lavoro standard della medicina.
Se si pensa che le erbe aiutano, in combinato disposto con la convinzione che è stato sbagliato. Con le erbe di Ippocrate indirizzo del cliente, il famoso medico del popolo Antico lo hanno fatto per millenni. Ippocrate, il famoso medico dell'antichità, per esempio. Anche se non sappiamo molto sulla sua persona, quindi gli scritti di Ippocrate sono di particolare valore. Ci mostrano la conoscenza medica di 5000 anni prima di Cristo, e sono
stati utilizzati più volte come un modello per altri libri. Il suo insegnamento era basato sul sostegno al potere di guarigione naturale che ha ogni essere umano. Può raggiungere questo obiettivo attraverso la dieta. Viene somministrata certi cibi aumentato, in modo da ottenere un effetto terapeutico.
GALEN

Roman medico Galende medico romano Galeno (2 ° secolo dC), ad esempio, era un ammiratore di Ippocrate. Galeno scrisse le proprie esperienze e intuizioni. La sua dottrina, che raccomandava, per esempio, a mescolare diverse sostanze insieme è stato, fino al Medioevo.


Nella nostra parte di esso fu soprattutto i monasteri che hanno reso la sua mano durante le piante curative. I monaci benedettini indossato nei giardini primi erbe medievali, e trattate ampiamente con il fatto cresciute le erbe. Il Medioevo, poi a una "età dell'oro" di erbe e piante medicinali. Dopo
l'invenzione della stampa, ci sono stati innumerevoli libri sulle erbe,
ma per lo più di copie solo male di opere medievali.
IL SACERDOTE KNEIPP IN MEZZO AI SUOI MALATI

solo il sacerdote Sebastian Kneipp (1821-1897 squillò) una nuova era nella erborista. Ha
preso non solo per la conoscenza del Medioevo, ma ha guadagnato le proprie conclusioni e limitato la precedente prassi di applicare la diversità a standard moderni. Oggi, una varietà di erbe sono scientificamente studiati e ha confermato le sue proprietà medicinali.

Quindi, a causa di tutte le superstizione o stregoneria erba-ABC!
Nel corso dei millenni, le conoscenze acquisite spesso con la superstizione, misticismo e stregoneria misti. In
ogni momento, ma goduto della "occupazione" dei guaritori, dei
farmacisti o uomo di medicina apprezzate nelle rispettive società. Il concetto di "erba femmina" è ancora oggi conosciuto. Per quanto sia difficile la situazione delle erbe cosiddette "streghe". Spesso è diventato un "malocchio" o la "sfiga" si dice da persone sgradevoli. Il poco noto "abilità" hanno portato anche la persecuzione e l'annientamento di uno dall'Inquisizione.
Le piante medicinali possono davvero contribuire, collegandole soprattutto tra loro, perché c'è un altro stile di vita più positiva. applicazioni di Bath, esercizio di aria fresca e cibi sani sono anche parte della fitoterapia e l'aspetto di trovare un po 'di pace interiore.

_________________
Tornare in alto Andare in basso
http://anna-939.forumieren.org
Admin
Admin
avatar


MessaggioTitolo: Re: I MONASTERI, UN PO`DI STORIA SULLE ERBE   6/17/2013, 16:57

8 Ago 2010 - 20:52
..
Nel Medioevo, i giardini monastero al sito principale per la coltivazione di erbe. I monaci benedettini portato da casa il loro monastero, Monte Cassino, molte erbe dal Mediterraneo a noi, a nord delle alpi. Anche Carlo Magno promosse la coltivazione di piante mediterranee. Nelle sue istruzioni per l'inquilino della merce imperiale "Capitulare de
Caroli Magni villis vel curtis imperialibus", ha portato sulle erbe che deve essere coltivata. Tra di loro c'erano, e altri, levistico, melissa, menta, cerfoglio, maggiorana, salvia e timo da trovare.

Nel tardo Medioevo, la conoscenza era di circa il potere curativo delle erbe al farmacista. Ogni farmacia aveva un piccolo giardino di erbe officinali. Per Crescere selvatici sono stati la "donna delle erbe" in carica. Che Forniva alle farmacie, miscugli, filtri d'amore, unguenti, e lassativi o altri opportunamente curato per conto proprio. Fino ai tempi moderni, erano perseguitati e le chiamavano streghe. In effetti, la medicina popolare a base di erbe, tuttavia, fu solo a partire dal 15 Secolo con l'invenzione della stampa. Le "erbe" era importante quasi quanto la Bibbia.

Nelle 17 Secolo piante medicinali sono state coltivate per la prima volta su campi più
grandi, con la coltivazione e la lavorazione sono stati in una mano. Farmacisti e farmacisti sono stati forniti. Con l'aumento di omeopatia e naturopatia, fino all'inizio del 19 ° Secolo aumentata la domanda di erbe bruscamente.

Un po 'poco chiaro è il motivo per la fine del 19 ° Secolo, le erbe aromatiche erano scomparsi quasi del tutto dalle cucine tedesche. Solo negli ultimi anni, con la scoperta dei paesi del Mediterraneo come una destinazione turistica interessante queste erbe sono un ritorno alle nostre cucine e i nostri piatti sono preparati con le ricette di qui per rimanere.

_________________
Tornare in alto Andare in basso
http://anna-939.forumieren.org
Admin
Admin
avatar


MessaggioTitolo: Re: I MONASTERI, UN PO`DI STORIA SULLE ERBE   6/17/2013, 16:57

L'uomo ha imparato a usare nelle prime fasi del potere curativo delle erbe, erano gli unici mezzi con cui avrebbe potuto utilizzare in malattie. Questa conoscenza è stata poi utilizzata da appositamente anche se sempre più
consapevoli e trasmessa, ma alcune piante, come la camomilla, iperico, menta o salvia, è stata la farmacia del piccolo uomo.

Quando nel secolo scorso, il chimico entra in medicina è stato preso a far conoscere le erbe medicinali crescente oblio. Ci siamo goduti la apparentemente perfetta e facile da applicare una pillola d'argento.

Tuttavia,a causa di rapporti sempre più degli effetti collaterali sono noti, ritorna di nuovo la medicina naturale a base di erbe. E anche in patologie lievi, come ad esempio uno stomaco nervoso di stomaco o indigestione sono ritornate le erbe curative nella moda.

E in effetti, si incontra ancora oggi a tutte le piante medicinali che in realtà sono sempre state un compagno dell'uomo: alcuni come spezia per la cucina casalinga (ad esempio il basilico o erba cipollina), o come un
profumo per fiuto o nei cosmetici (come la lavanda). Anche qui la tendenza è quella di origine antropica sapori e profumi, il modo per i prodotti coltivati naturalmente, preferibilmente naturali o coltivate con metodo biologico anche a se stessa redatto in giardino o sul davanzale.

Mentre in molte malattie certe erbe hanno poteri curativi, anche in assenza di chimica medicinale, può in altre malattie, i principi attivi delle erbe hanno un effetto di sostegno.

fitoterapia e la medicina moderna, aderiscono non si escludono a vicenda, ma può anche portare ad una migliore e più veloce cure in comune.

Citazioni famose sul potere delle erbe:

Che cibo sia la tua medicina e la medicina il tuo cibo!

Ippocrate


La natura non ci inganna. Siamo sempre, noi stessi a ingannarci.

Rousseau

_________________
Tornare in alto Andare in basso
http://anna-939.forumieren.org
Admin
Admin
avatar


MessaggioTitolo: STORIA   6/17/2013, 16:58

'L uomo nel Medioevo era ancora in misura più sensibile delle risorse offerte dalla natura. Così naturalmente usavano il potere di guarigione e di prevenire il sempre-presente, vegetazione incontaminata.

Monasteri avevano la conservazione del sapere antico impianto di fondamentale importanza. I monaci e frati già scrivevano libri sulle erbe e mettevano insieme le loro conoscenze in modo molto chiaro. Una delle prime professionista medico fu Benedetto da Norcia, che aveva circa 529 di Montecassino. La sua vita monastica si è concentrata sul carattere delle attività infermieristiche per i poveri e gli sconosciuti.
Già nel 560 è il lavoro di una scuola per Ordensbründer benedettino Cassiodoro, è stato insegnato nelle conoscenze mediche.

Con Carlo Magno era "Capitulare de Villis" 812 fissava esattamente come la vita monastica dovrebbe essere organizzata. Il disegno del giardino c'era un punto fisso. Guardando indietro, c'era il termine "giardino Karl". E 'stato stabilito che frutta, verdura e solo il bisogno di essere coltivata principalmente le erbe. Tra di loro c'erano molte altre erbe aromatiche come anice, ibisco, calendula, menta, aglio e prezzemolo. I monaci anche raccoglievano le esperienze sul loro numerosi viaggi estesi, e offrirono con le erbe nuove che sono state prese da Carlo Magno nella lista. I monaci sono stati incoraggiati a studiare le piante e il loro effetto sulla cura, l'attenuazione, la preparazione dei cibi ma anche di conservazione.

Così è stato rilevato che sembra crescere a quasi tutti i dolori e dolori di un impianto piccolo. L'unico problema era la standardizzazione. Per uno stesso impianto, ci potrebbero essere parecchi nomi diversi, come pure per le malattie.
Attraverso lo studio libri antichi e di nuove esperienze e la sperimentazione con le ricette è cresciuto in una conoscenza enorme che è stato registrato nei libri chiamati "erbario".
le tradizioni orali diffuse rapidamente anche al di fuori delle mura del monastero, ma molto distorto e solo più tardi é stato corretto.

Concilio di Clermont nel 1130 furono i monaci che vietano l'esercizio delle attività mediche. Questo potrebbe d'ora in poi solo essere insegnata nelle università. Un centinaio di anni dopo da Federico II, una regolamentazione della formazione medica. Insegna anatomia e chirurgia è stata in sostanza, con gli insegnamenti di Ippocrate e Galeno erano a righe.

In tempi di conoscenza caccia alle streghe è stata mistificata circa il potere curativo delle erbe e piante e, pertanto,era tabù. Veniva etichettato come una donna medicina molto pericolosa. Così, purtroppo, questa è stata la conoscenza dei giardini monastero di là del diffuso soprattutto femmine, che ha esaminato la professione medica, in gran parte perduta. record mancanti e il lavoro incessante del sostegno della Chiesa ha contribuito alla medicina sulle erbe importante rimase nascosto per sempre. Questo fatto è, naturalmente, indossato da leggende e una buona dose di superstizione dettata di legge, così le traccie di un tempo sulle erbe si sono perdute.

_________________
Tornare in alto Andare in basso
http://anna-939.forumieren.org
Admin
Admin
avatar


MessaggioTitolo: PERCHé RACCOGLIERE LE ERBE DA Sé ?   6/17/2013, 16:59

Nov 2010 - 9:50
....
...
SALUTE PURA, DI ALTISSIMA QUALITà E AROMA
Perché dovremmo raccogliere le erbe e frutta ( FRUTTA SELVATICA, MI RIFERISCO ) per il tè per farle secche, ma mar scaffali dei negozi di alimentari sono pieni di innumerevoli tipi di tè?
La risposta è sorprendentemente semplice: a causa del gusto, del sapore, e della altissima qualità
Nessuno tè acquistati possono essere di gusto buono, e di alta qualità, come un auto-raccolta.
A condizione però, che sia fatto correttamente. Ciò richiede la raccolta delle erbe di té al momento,in cui hanno l`aroma migliore.
E devono essere accuratamente trattati e seccare.
In confronto, devono presentare al tè acquistato con le esigenze della produzione industriale.
Il risultato è la perdita di alta qualità per la raccolta meccanica, la lavorazione di massa e di macchine per l'imballimento.
Per una fine produzione una elevata qualità di tè alle erbe raccolte da sé, un certo conoscimento sulle erbe è richiesto. Di conseguenza, alcune istruzioni devono essere osservate, dalla raccolta, e terminano con la preparazione del tè.

_________________
Tornare in alto Andare in basso
http://anna-939.forumieren.org
Admin
Admin
avatar


MessaggioTitolo: IL MOMENTO MIGLIORE PER LA RACCOLTA   6/17/2013, 17:00

Il momento migliore per raccogliere

Devi essere paziente fino a che è il momento giusto per raccogliere. Le erbe raccolte al momento sbagliato non funzionano. Ecco una breve lista dei tempi di raccolta:
1) le foglie prima della fioritura della pianta contengono i composti più attivi
2) i fiori dovrebbero essere raccolti quando iniziano la fioritura
3) I frutti devono essere a completa maturazione
4) i semi sono raccolti solo quando la pianta è appassita e comincia a seccare
5) le radici e tuberi vengono raccolti in primavera o in autunno

Fare attenzione quando si raccolgono le erbe sempre di non prendere piante umide perché possono rovinare, tutta la raccolta.
Il momento migliore per raccogliere è il primo pomeriggio (esperto collezionista (s) la raccolta inizia intorno 10:00 orologio del mattino dopo la rugiada. Se si attende troppo a lungo poi il caldo di mezzogiorno, le piante fanno capolino , i loro agenti non sono attive.A secondo delle nazioni piu caldo o meno caldo, si possono raccogliere tra le 10 del mattino fino alle 14.00 massimo fino alle 15.00 se é troppo caldo temperature troppe alte, é meglio raccogliere solo verso le 10.00, troppo sole/caldo " asciuga " troppo gli olii eterici delle piante ( basta guardare le piante per rendersene conto che fanno capolino ) e non hanno agenti attive.
Raccogliere solo le piante che non siano sporche o danneggiate (piegature), fate molta attenzione per il trasporto che non siano schiacciate o torcere, il succo della pianta andrebbero perdute e con essa i principi attivi.
In nessun caso, si deve lavare le erbe durante la raccolta o inumidire le mani!

Per il trasporto, assicurarsi di avere un cesto di vimini.In cui le piante possono " respirare " Esso mantiene la circolazione dell'aria, e non fa`"sudare" le piante. I Sacchetti di plastica sono completamente inadatti e anche le borse. Le piante sono chiuse ermeticamente, piegate e perdono,le loro proprietà saranno umide, e le distruggetele prima di tornare a casa.

Seccare le erbe officinali

Così, ora che hai raccolto le erbe, ma é altrettanto importante come hai raccolto le erbe cosi le devi fare seccare.
Ciò dovrebbe avvenire il più presto possibile. Le erbe NON vengono lavate.
La cosa più sicura è quella di essiccare le piante all'aria.Non credere a cio che ti dicono che quella aria calda e calore attraverso il riscaldamento o la stufa, o la cucina, siano adatti a seccare le erbe. Anche se le piante sembrano seccate rapidamente all'esterno, all'interno sono ancora umidi, e iniziano a ammuffire. Non c'è modo per inefficiente, ma é anche pericoloso per la salute!
Le migliori erbe secche in una stanza che, pur ventilata, ma non umida, e non a grandi fluttuazioni di temperatura. (Prova una volta in soffitta). Qui le piante sono poste su una superficie asciutta, o rimanere sospeso in mazzetti , fino a quando le piante non solo sono secche, ma sono sottili e "raschiono".

Ricorda che un 'erba perde rapidamente il suo effetto, l'aromatico mantiene -per 1 anno massimo 2 anni, poi non sono piu buone . (Pensate a quanto tempo le tisane stanno nei scaffali in giro nei negozi! - Se quelle tisane agiscono ancora?)

È possibile conservare le erbe, se sono completamente asciutte, preferibilmente conservatele nei vasetti che hanno un coperchio che chiude a tenuta d'aria Basta non dimenticare di etichettare i vasetti, le erbe secche si assomigliano quasi tutte quando sono secche a volte!
Controlla le tue erbe regolarmente, se sono in ordine, e butta via quelle piu vecchie.

Se si raccolgono tuberi e radici prima del trasporto, è possibile pulire in un flusso sul posto stesso e liberare da pietre e terriccio, invece di pulirle a casa....mentre poi a casa si lavano.
Le radici e i tuberi si seccano come i funghi. Si tagliano a fette sottili e filettatura su una corda robusta. Si appendano poi in soffitta.Quando sono secchi si conservano in vasetti come le erbe e etichettare.

_________________
Tornare in alto Andare in basso
http://anna-939.forumieren.org
Admin
Admin
avatar


MessaggioTitolo: LE TABLETTE   6/17/2013, 17:00

Le Tablette contengono solo ingredienti singoli, le piante invece agiscono come un insieme

Una pianta offre molto di più che singoli eccipienti

Per un trattamento tradizionale con le erbe mediche non utilizziamo solo i singoli eccipienti o principi attivi, ma le pecularietà della pianta completa oppure singole parti della stessa, come le foglie, i fiori, frutti, semi e le radici. Particolarmente preziosi sono i coloranti delle piante, che spesso non vengono neppure tenuti in considerazione. Il rosso carico del pomodoro, il brillante arancione della carota, dell' albicocca e dei petali della calendola, il delicato verde delle coste e del crescione, il giallo dei fiori di tarassaco, il blu dei fiori di borragine – tutti questi colori indicano che la pianta é ricca di antiossidanti. Nel momento in cui consumiamo il vegetale o lo utilizziamo per la cura della pelle, questi antiossidanti proteggono le nostre cellule dall'aggressione dei radicali liberi, i quali danneggiano le nostre cellule facendole invecchiare precocemente. Oppure consideriamo le fibre dietetiche di una pianta, che generalmente non sono evidenziate, ma che sono di grande importanza. Esse determinano, per esempio, il tempo in cui l'organismo impiega ad assorbire un principio attivo. La conoscenza delle erbe medicinali rappresenta per me una sapienza antica, tramandata nel corso dei secoli e si riferisce alla cura efficace con l'impiego delle erbe mediche e che trova riscontro nelle sempre nuove scoperte scientifiche nell'ambito della ricerca.




C`é scritto in uno dei libri sulle erbe selvatiche che ho a casa


“Non siamo noi a dover dimostrare che una pianta è benefica, piuttosto ci dimostrino loro i danni che produce, se ne producesse. Se qualcuno ancora non se ne fosse accorto, l’industria farmaceutica produce un arsenale tossico inimmaginabile, semi transgenici, insetticidi, pesticidi, funghicidi ed erbicidi che sono presenti nei nostri alimenti e ci fanno ammalare, inoltre producono medicine che non curano. Per aumentare i profitti un farmaco non deve curare ma deve rendere cronica la malattia, malattie che vengono provocate da queste stesse aziende.”  Josep Pamies

_________________


Ultima modifica di Admin il 11/1/2013, 09:50, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
http://anna-939.forumieren.org
Admin
Admin
avatar


MessaggioTitolo: L`OMOPETIA é TANTO MEDICINA COME LA MEDICINA UFFICIALE   6/17/2013, 17:01

L'Omeopatia
è tanto "medicina" come lo è la medicina ufficiale, questo è quanto
sancito dall'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità). L'Omeopatia non
come intervento terapeutico secondario marginalizzato, "alternativo",
ma raccomandato tra gli interventi di prima linea. E' un grande passo
verso il pieno riconoscimento di questa importante disciplina medica e
un esemplare schiaffo morale ai suoi detrattori.


E' di questi giorni la notizia
dell'uscita del memorandum dell'Organizzazione mondiale della sanita'
(Oms) che decreta l'ingresso dell'omeopatia nel gruppo delle medicine
tradizionali e ne raccomanda l'integrazione nell'ambito delle cure
primarie. Con la pubblicazione del documento "Safety issues in the preparation of homeopathic medicines",
l'Oms, dunque, riconosce pari dignita' all'omeopatia rispetto agli
altri paradigmi medici, sgomberando il campo da qualsiasi possibile
ostilita' nei confronti della stessa. Il documento Oms e' infatti
incentrato sul tema della sicurezza, quale primo dei requisiti che una
medicina deve possedere, ed imprime un forte stimolo all'armonizzazione
delle regole di produzione per tutto il mercato internazionale, nel
rispetto delle autonomie dei singoli governi nazionali. Si compone di
tre parti, in cui vengono affrontate le problematiche relative alle
sfide poste dalla specificita' dei prodotti omeopatici alle usuali
metodologie per il controllo di qualita' dei farmaci. E' raccomandata
l'adesione alle Linee Guida per la Good Manufacturing Practice (GMP),
cosi' come l'attenzione all'identificazione, alla natura e alla qualita'
dei materiali di origine e degli eccipienti.
Inoltre, una particolare raccomandazione
e' rivolta alle autorita' regolatorie, perche' mettano in atto tutte
quelle normative che servono a garantire un prodotto finale, sicuro,
efficace e di alta qualita'. Etichettatura e packaging sono visti come
uno strumento fondamentale per consentire al consumatore l'utilizzo dei
prodotti in maniera sicura. In questo senso vengono riportati gli esempi
di Stati Uniti, Canada, e Australia che hanno elaborato normative che
consentono al consumatore di avere un foglietto illustrativo che lo
aiuti nell'utilizzo del prodotto omeopatico. Leonello Milani, vice
presidente dell'Accademia internazionale di medicina fisiologica di
regolazione e vice presidente Aiot, ha commentato cosi' la notizia:
"Questa pubblicazione era molto attesa e ritengo che la serieta' e il
prestigio dell'Oms siano tali da indurre il Governo italiano ad
omologarsi alle sue indicazioni". Positivo e' stato anche il commento di
Alessandro Pizzoccaro, presidente di Guna Spa, azienda italiana che
produce e distribuisce farmaci omeopatici: "Il documento dell'Oms e'
perfettamente in linea con le richieste che abbiamo avanzato da tempo -
spiega - cioe' di consentire alla popolazione di rivolgersi alla
medicina omeopatica in totale sicurezza e pienamente informata. Da ormai
3 anni attendiamo invano che l'Italia applichi la nuova Direttiva
Europea sui farmaci, che stabilisce le regole anche per il settore
omeopatico. La legislazione italiana, unica in Europa, non consente
l'etichettatura dei medicinali omeopatici, tanto meno permette di aprire
nuove linee di prodotto. Una posizione assurda che mette l'Italia a
rischio di una procedura d'infrazione UE".

Peccato che in Italia NON danno corsi alla gente di come raccogliere le erbe selvatiche, quali raccogliere, come usarle, come lavorarle ecc...come si usa qui in Svizzera... Non basta comprare le medicine omopetiche, molte " medicine " omopetiche si possono fare in casa senza problemi, basta che una conosce bene le erbe selvatiche e officinali e le sà usarle....per questo nelle librerie Svizzere, Germania, francia, Austria, sud Tirol ci sono un sacco di libri sulle erbe un sacco veramente tantissimi in cui spiegano e ci insegnano quali erbe sono da raccogliere e come usarle, oltre ai libri numerose persone private come io e voi...danno corsi a gruppi di persone e imparano loro le erbe andando nella natura e presentano loro quali sono da raccogliere e quali proprietà hanno, una volta raccolte vanno tutti a casa della persona che organizza i corsi e le escursioni nella natura...a casa sua dunque insegna anche come cucinarle, come fare gli olii eterici, come fare le creme per la pelle, come fare le tinture, come fare gli impacchi sulle parti dolenti, come fare i bagni salutari, come fare la cosmetica in casa ecc ecc....cosi il sapere delle esperte sulle erbe, lo danno avanti ad altre persone cosi il SAPERE viene tramandato tra generazioni e generazioni, INCLUDENDO ANCHE I BAMBINI, CHE é MOLTO IMPORTANTE!!OLTRE A QUESTO, IN OGNI PAESINO, IN OGNI CITTà CI SONO UN SACCO DI DOTTORI OMOPETICI CON IL LORO STUDIO, CON SALE SEPARATE IN CUI HANNO I LORO PAZIENTI, IN SVIZZERA é RICONOSCIUTA COME MEDICINA UFFICIALE L`OMOPETIA ED é MOLTO APPREZZATA DA MOLTISSIME PERSONE!!! IN ITALIA TUTTO QUESTO NON C`é....NON C`é QUESTA CULTURA, NON CI SONO MOLTI LIBRI DI ERBE SELVATICHE E OFFICINALI DI CUI LA GENTE PUO`SCEGLIERE E IMPARARE......NON CI SONO CORSI DI PERSONE ISTRUITE CHE CONOSCONO LE ERBE SELVATICHE E CHE DANNO CORSI AD ALTRE PERSONE, MA VI RENDETE CONTO, IN OGNI PAESINO ANCHE A CHI ABITA SU`IN MONTAGNA CI SONO CORSI DA PERSONE ISTRUITE, FIGURIAMOCI NEI PAESI QUANTE CE NE SONO CHE FANNO STE COSE...IO HO IMPARATO TUTTO DAI LIBRI SULLE ERBE, E ALCUNE COSE DALLE MIE AMICHE STREGHE DELLE ERBE CHE CI VEDIAMO OGNI TANTO QUANDO é POSSIBILE....SONO ANNI CHE STUDIO INTENSIVAMENTE I LIBRI CHE COMPRO OGNI MESE!! E IN 11 ANNI DEVO DIRE CHE HO IMPARATO MOLTISSIMO SULLE ERBE SELVATICHE, E SONO MOLTO ORGOGLIOSA E FELICE DI AVER POTUTO CONOSCERE LA BELLEZZA CHE DIO CI HA DONATO A TUTTI NOI, LA NATURA, LA FARMACIA DEL SIGNORE
_________________

_________________
Tornare in alto Andare in basso
http://anna-939.forumieren.org
Admin
Admin
avatar


MessaggioTitolo: NEL FRATTEMPO...   6/17/2013, 17:04

sono ben 14 anni che studio le erbe e le applico in mille modi!!!

ECCO LE FOTO DI PERSONE CHE FANNO ESCURSIONI NELLA NATURA CON GRUPPI DI ALTRE PERSONE E BAMBINI CHE VOGLIONO IMPARARE A RACCOGLIERE LE ERBE SELVATICHE E USARLE IN MILLE MODI!!!
MOLTI BAMBINI PICCOLI CONOSCONO I NOMI E LE PROPRIETà DELLE PIANTE SELVATICHE E OFFICINALI, é INCREDIBILE BAMBINI DI 5-6 ANNI CONOSCONO PERFETTAMENTE LE PIANTE OFFICINALI E LE SANNO USARE PER MOLTE COSE OLTRE A CUCINARLE, E PER FARNE DELLE RICETTE SALUTARI IN CASA!!!
SONO BRAVISSIMI!!!
OGNI TANTO IN TV, ANZI SPESSO FANNO VEDERE STE COSE é VERAMENTE BELLO VEDERE QUANTA GENTE COMPRESI I BAMBINI CHE SI INTERESSANO DELLE ERBE SPONTANEE, SONO RIMASTA A BOCCA APERTA QUANDO HANNO FATTO PARLARE UNA BAMBINA E UN BAMBINO DI 5 ANNI, QUANTE COSE SAPEVANO SULLE ERBE, MOSTRANDO AI TELESPETTATORI LE ERBE SELVATICHE DA RACCOGLIERE CHE STAVANO PER TERRA ( LORO ERANO NELLA NATURA ) E METTERSELI IN BOCCA E DIRE CHE ERANO BUONE, E POI I NOMI VERI IN BOTANICO SAPEVANO, CIOé IN LATINO!!! CHE BRAVI VERAMENTE MOLTO BRAVI ERANO, SONO RIMASTA INCANTATA DA QUELLI BAMBINI
QUANDO FANNO LE ESCURSIONI, LA GENTE PRENDE NOTA DALL`ESPERTA E DALLE PIANTE CHE RACCOLGONO....cosi non si dimenticano!
...
CHE BRAVI!!!
...
UNA VOLTA A CASA DA CHI HA ORGANIZZATO L`ESCURSIONE NELLA NATURA IL GRUPPO INCOMINCIA POI A PULIRLE E A TAGLIARLE PER LAVORARLE IN MILLE MODI!!! COME VEDETE ANCHE I BAMBINI IMPARANO MOLTI RAGAZZINI E RAGAZZINE, PER TUTTI é UGUALE!!
LA RACCOLTA DEI FRUTTI DELLA ROSA CANINA, E IL SUO UTILIZZO.....
COME PULIRE LE RADICI RACCOLTE, QUESTA BAMBINA CI Fà VEDERE COME SI PULISCE E COME LAVORARLA!!!CHE BRAVA
CHE BRAVE!!! LA RACCOLTA DI STELI DI PIANTE DI MORE, E DIVIDENDO LE FOGLIE DAI STELI ( PROPRIO COME FACCIO ANCHE IO !! ) E POI LE METTONO NELL`ESSICCATTOIO ELETTRICO A SECCARLE PER USARLE POI COME THé !!! IN INVERNO!!!
LE ERBE E I FIORI NON SI LAVANO MAI, SE POI SI USANO PER FARE I MISCUGLI DI THé, PER NON TOGLIERE LORO LE PROPRIETà BENEFICHE CHE HANNO E I LORO OLII ETERICI....SOLO SE SI VOGLIONO CUCINARLE SI LAVANO PRIMA....MA PER FARE I MISCUGLI DEI THé, NON SI LAVANO MAI....SI RACCOGLIE SOLO LE PARTI DI UNA PIANTA E PIU`PIANTE ( MAI UNA PIANTA INTERA MAI ) PULITE E INTATTE SENZA AMMACCATURE E SPORCHE O INGIALLITE, O ROTTE....MA SI RACCOLGONO SOLO QUELLE INTATTE E BEN PULITE E BELLE!!!
QUI I BAMBINI STANNO A FARE GLI OLII AROMATIZZATI ALLE ERBE, E ACETI AROMATIZZATI ALLE ERBE....GUARDATE CHE BRAVE CHE SONO!!!
CHE BRAVE!!!
E QUESTO é IL RISULTATO, IL LAVORO DI QUESTE BAMBINE!!!
E QUESTI SONO I PRODOTTI CHE HANNO FATTO TUTTI ASSIEME, CON CIO CHE HANNO RACCOLTO LORO STESSI!!!
TUTTI FELICI E CONTENTI....CHE POI SE LI POSSONO PORTARE A CASA LORO CIO`CHE HANNO IMPARATO.....
ALTRA ESCURSIONE SULLE ERBE E RACCOLTA NELLA NATURA, una bambina di 5 anni a raccogliere i fiori, fateci caso COME li raccoglie NON tutto lo stelo ma SOLO i fiori, e la pianta NON la distrugge tirandola, o rovinarla, ma ha IL RISPETTO della pianta e raccoglie SOLO cio`che ha BISOGNO!!!
...piante già secche e fatti a mazzetti...
....
ANCHE IN TV FANNO VEDERE COME RACCOGLIERE E COSA RACCOGLIERE DAL PROPRIO GIARDINO
...
...
ANCHE DAI MIEI LIBRI CHE COMPRO NELLE LIBRERIE SULLE ERBE SELVATICHE HO IMPARATO MOLTO, COME MI HA INSEGNATO QUESTA SIGNORA....PER CHI NON HA L`ESSICCATTOIO ELETTRICO, PUO FARE COSI COME VEDETE NELLA FOTO PIU SOPRA...USANDO UNA RETE E ESSICCARE LE FOGLIE DEGLI ALBERI, PER LE VARIE RICETTE SALUTARI...TROVERETE CONSIGLI E LE RACCOLTE SUI POST CON IL TITOLO " ALBERI COMMESTIBILI "

_________________

_________________
Tornare in alto Andare in basso
http://anna-939.forumieren.org
Admin
Admin
avatar


MessaggioTitolo: LE PIANTE SORGENTE DI VITA.....   10/24/2013, 12:21

LE PIANTE, SORGENTE DI VITA...
Da quando l’uomo è sulla terra, egli usa le erbe che crescono attorno a lui per nutrirsi e curarsi. È tempo di riscoprire questi vegetali da troppo tempo dimenticati, le cui molteplici virtù si possono mettere a profitto nella nostra vita quotidiana.

_________________
Tornare in alto Andare in basso
http://anna-939.forumieren.org
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: I MONASTERI, UN PO`DI STORIA SULLE ERBE   

Tornare in alto Andare in basso
 
I MONASTERI, UN PO`DI STORIA SULLE ERBE
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Puoi rispondere agli argomenti in questo forum
BELLEZZA NATURA :: RICETTE SALUTARI,/ GESUNDHEIT REZEPTEN TISANE SFUSE, POMATE, CREME, ECC...-
Nuovo Argomento   Rispondi all'argomentoAndare verso: